Elementare, Cthulhu

Lovecraft e WatsonPrendete uno dei maggiori scrittori di horror dei primi del ‘900 e affiancatelo con una delle “spalle” letterarie più celebri della cultura inglese.
Howard Phillips Lovecraft e il dottor John H. Watson. Providence incontra Baker Street.

Questa unione fantasiosa e fantastica nasce con uno degli ultimi progetti della Cagliostro E-Press, il bando “221B Baker Street, London 1927: Dr. J. H. Watson & H. P. Lovecraft”.
Sul sito ufficiale della casa editrice (www.cagliostroepress.com) potete leggere il primo dei 12 episodi della serie a fumetti.
La prima indagine, ambientata nel gennaio del 1927, si intitola “L’avventura del mastino di Baker Street”, realizzata da Giorgio Neri (storia), Gilda Cesari (disegni), Albano Scevola (copertina) e Lorenzo Ghignone (lettering).
Dall’introduzione di Umberto Sisia:

Londra, Gennaio 1927.
Siamo in una strada quasi deserta della capitale inglese: una donna è in fuga, un misterioso assassino la insegue e la colpisce selvaggiamente facendola a brandelli per poi svanire lasciando dietro di sè un corpo devastato.
Inizia così la prima avventura di Lovecraft e Watson nella piega ucronica delle loro esistenze che abbiamo immaginato ideando l’ipotesi di un team-up dei due personaggi. L’autore di Providence è da poco arrivato in città e viene coinvolto in una vicenda di investigazione classicamente alla Sherlock Holmes, ove scopriremo gli strenui sforzi del Dr. Watson per competere e dimostrarsi all’altezza del proprio maestro e quelli altrettanto decisi di Lovecraft per adattarsi alla propria nuova esistenza. (…)
La sceneggiatura di Giorgio Neri è volutamente moderna: gioca con i registri di CSI e dei mille altri epigoni di investigazione scientifica televisiva e non; è però anche ariosa e articolata dedicando alcuni spazi a divagazioni che contribuiscono a farci conoscere i due personaggi in questa loro nuova versione (fedele eppure inevitabilmente con dei punti di innovazione) e l’ambientazione nella quale si muovono. (…)

Quindi per gli appassionati del maestro dell’horror e  dei gialli di Arthur Conan Doyle si prospetta un anno di indagini (la serie completa è ambientata nell’arco dell’intero anno 1927) visualizzate tramite mani esperte del disegno e della tecnica del chiaroscuro. Tramite ombre e luci nette scopriamo i lati più oscuri dell’animo umano.
Nei prossimi numeri potrete vedere il lavoro di artisti come Cardinali, De Sanctis, Stelitano, Carbone, Iamundo, Vanello, Coppola.