“THE GIVER” RACCONTATO AL CINEMA

The Giver il film

 

Se vi trovaste in una società dove la paura, il dolore, la morte, ma anche l’amore ed ogni altra emozione è annullata, dove ognuno vive in un nucleo famigliare, tutti con un compito da svolgere all’interno della comunità e, soprattutto, senza alcuna memoria sulla storia passata, pensereste di essere in un luogo perfetto e magnifico?
Forse sì. E se vi sbagliaste?

Questo è quello che domandò al mondo la scrittrice statunitense Lois Lowry nel 1993, quando pubblicò il tanto discusso romanzo The Giver, che raggiunse un successo incredibile, tanto da essere premiato con la Newbery Medal, assegnato annualmente al miglior autore di romanzi per ragazzi. Il suo successo crebbe con l’uscita degli altri tre titoli della quadrilogia, scritti nell’arco di quasi vent’anni, ovvero Gathering Blue (2000), Il Messaggero (2004) e Il Figlio (2012).
Una breve sinossi della storia: Jonas è un ragazzino che vive in una comunità perfetta, senza problemi nè dolori, in un futuro imprecisato. Raggiunti i dodici anni, a Jonas viene investito, alla “Cerimonia dei Dodici”, del ruolo di nuovo Donatore. Vivrà così a stretto contatto con il vecchio Donatore, colui che custodisce le memorie passate della storia, e da cui dovrà carpire ogni ricordo per custodirlo. Ma con i ricordi, si destano anche pensieri e idee mai avuti prima.

Ci sono voluti più di vent’anni e di milioni di copie vendute nel mondo per portare sul grande schermo la straordinaria storia narrata nell’opera della Lowry. Infatti il 15 agosto 2014, negli Stati Uniti d’America, uscirà nelle sale The Giver – Il mondo di Jonas, mentre sbarcherà in Italia dall’11 settembre.
Inizialmente venne annunciata la produzione di questo film con l’uscita prevista per il 2012, parlando di grandi nomi nel cast, a partire da Dustin Hoffman nei panni del Donatore. Ma tra tanti rumors e cambi in fase di lavorazione, il film esce con due anni di posticipo, e con un cast di tutto rispetto, a partire dal talentuoso Jeff Bridges nel ruolo del Donatore, ma anche dell’immensa Meryl Streep, di Katie Holmes, di Taylor Swift e del giovane Brenton Thwaites come protagonista.
Il trailer è gustoso, e si deduce una buona scelta di idee, ad esempio la divisione tra il mondo della Comunità con quello che scoprirà invece Jonas, il ritmo serrato, l’inserimento di parti fondamentali presenti anche nel libro.

Sorge una domanda: perchè ci hanno messo vent’anni per concepire il film? Eppure il successo del libro era stato conquistato già nei primi anni dalla sua pubblicazione.
Probabilmente è stata una scelta tecnica, poichè senza certe tecnologie non si sarebbe potuto rappresentare scenicamente determinate azioni, ma soprattutto forse non sarebbe stato colto a pieno.
Invece, nella società attuale, stritolata dalla crisi non solo economica, ma anche di pensiero, di valori, di umanità, si incastra perfettamente il contesto narrato in The Giver. Oggi discutiamo su temi come l’uguaglianza e l’eutanasia. Questi temi sono tutti trattati nel libro, quindi è attualissimo, e non privo di discussioni.

Chissà se il successo del libro verrà riflesso anche sul film, intanto, comunque vada, speriamo producano gli altri tre titoli della saga, perchè il bello deve ancora venire…

The Giver – Il mondo di Jonas (2014)
di P. Noyce
con B. Thwaites, J. Bridges, M. Streep

Trailer The Giver – Il mondo di Jonas