Il perché di un nome

Il ligure e i suoi mugugni

Perché Sgrunt? È una domanda che molte persone hanno posto, e tenete conto che la maggior parte di queste persone non è ligure. Cosa c’entra? C’entra eccome, ed ora vi spieghiamo il perché.
Quali sono i luoghi comuni su noi liguri? Facciamo una top five:

  • 5) mangiamo solo pesto. È una pietanza tipica, ma non abbiamo solo quella.
  • 4) odiamo i turisti. A volte è vero, a volte no, ma è una caratteristica riscontrabile in molte zone d’Italia.
  • 3) siamo una regione di vecchi. Insieme a tutte le altre regioni, aggiungerei.
  • 2) siamo tirchi. Di questi tempi, chi non lo è?
  • E al numero uno, c’è una sola parola che ci rappresenta: mugugno.

Il mugugno è una caratteristica, è uno stile di vita, è il nostro biglietto da visita su chi ci fa mugugnare, appunto.

Spieghiamo bene cos’è il mugugno. Vi è mai capitato di essere risentiti per un qualcosa, di essere contraddetti, di essere palesemente nel torto, di non aver raggiunto certi obiettivi come vi eravate invece prefissati di eseguire? Ebbene, come vi siete sentiti? Delusi? Arrabbiati? Sconfortati?
Noi ci sentiamo con il mugugno dentro di noi, è come se l’acqua all’interno di una pentola stesse bollendo, vorrebbe uscire dal contenitore per spandersi in giro, ma il coperchio sopra di essa blocca questo istinto, crea invece degli sbuffi di vapore, magari fa anche danzare la copertura facendola tintinnare. Questo è il mugugno, il voler scatenare le tempeste che abbiamo dentro di noi, ma ci ritroviamo alla fin fine a borbottare e a lamentarci con altri che la pensano alla nostra stessa maniera; sì, perché se invece mugugnate con qualcuno che non è del vostro pensiero, ecco che si accumula altro mugugno.

Molti diranno “Beh, ma tutti abbiamo avuto dei risentimenti verso qualcosa che non ci andava a genio”. Vero, verissimo. Ma il mugugno è diverso da ogni altro tipo di lamentela.
Inizialmente, nessuno si accorge di esso. Poi pian piano monta su, come se fosse panna montata, cresce sempre più, sempre più, fino a diventare un bisbiglio, una lamentela sibilante, un motivo di discussione, ma con toni pacati e tranquilli.
Tutto questo è condensabile nel termine SGRUNT.

Però, non me ne vogliano i miei corregionali, non prendano tutto questo come cattiva pubblicità, ma come una visione umoristica di noi stessi (anche perché altrimenti mi mugugnate dietro!).
Il popolo ligure, un popolo unico. Siamo dei mugugnoni, è vero, ma siamo anche altro.
Non amiamo le grosse novità, ma se dovessero capitare ne siamo comunque incuriositi; dicono che siamo taccagni, ma spesso siamo più generosi verso gli altri che verso noi stessi; siamo pieni di diffidenza verso chi non conosciamo, però poi è assai difficile liberarsi della nostra amicizia; siamo sempre seri, serissimi, ma siamo anche ricchi di autoironia e di umorismo.

Sia che voi siate sulle scogliere che abbracciano il mare del Levante, o incastrati tra i carruggi e le piazze genovesi, o sulle spiagge savonesi, che diventano un tutt’uno con gli usci delle case, o nel nostro Ponente, dove le montagne dell’entroterra da una parte e il mare dall’altra ci fanno sentire un po’ dei marinai scalatori, non vi è alcuna differenza, noi liguri siamo e saremo sempre gli stessi.
E se qualcuno non è d’accordo su tutto questo, allora… SGRUNT!